La nascita di una nuova scuola?

 

canada

In un precedente post accennai alle due scuole più importanti per quanto riguarda gli sport da combattimento da percussione, circoscrivendo il discorso alla kick boxing e la muay thai.

Sappiamo bene essere due sport molto diversi ma questa volta voglio accomunarli perché il mio intento è quello di soffermarmi sulla gestione/impostazione stilistica dei match.

E’ ovviamente ingiusto e limitante ridurre un atleta e la sua prestazione alla scuola di origine, è anche vero, però, che il proprio modo di affrontare un match nasce anche dalla scuola che lo prepara.
Le due grandi scuole in questo settore sono quella thailandese e ancor di più (nel regolamento k1) la scuola olandese. Nel ranking internazionale i Paesi bassi sono sempre (e da sempre!) in cima.
Va menzionata anche la scuola francese, ma a questa va riconosciuta, a mio parere, più la sua metodologia didattica, che ha permesso la diffusione virale dei nostri amati sport da combattimento.
Non che manchino i campioni francesi: io Dany Bill lo preferisco di gran lunga a Ramon Dekkers.

La scuola thailandese è tendenziale basata sul luk kangran, ossia la ricerca di quei colpi, spesso singoli o doppiati, in grado di infliggere un danno visibile -ad esempio sbilanciando l’avversario.
Questa strategia nasce dalla valutazione della muay thai, in questo sport, infatti, ai fini del punteggio hanno maggior importanza le tecniche di gamba che sono tendenzialmente più potenti rispetto ai pugni.
Come abbiamo detto in precedenza è questo il motivo per cui spesso i thai hanno una pugilistica che lascia a desiderare.

I kick boxer provenienti dai Paesi bassi sono tendenzialmente dei combination fighters, l’impostazione del match si basa sulle combinazioni e sulle loro variazioni. Per accorgersene basta osservare alcuni atleti di punta di questa scuola come Ernesto Hoost, Andy Souwer o Nieky Holzken.

C’è un paese, però, che ha cominciato a tirare fuori diversi atleti parecchio interessanti. Stiamo parlando del Canada. La stessa terra che ha dato i natali a Jean Ives Theriault, noto Iceman, ha presentato al grande pubblico Joseph Valtellini, Simon Marcus, Josh Jauncey e Gabriel Varga.
Tutti ottimi atleti che si son fatti largo nel ranking internazionale della kick boxing.

Marcus incarna abbastanza lo stile thai più che altro perché la sua forza sta nella corta distanza, è abile nelle ginocchiate al busto e in generale nel combattimento a corpo a corpo.
Lo abbiamo visto tante volte allenarsi con Buakaw in Thailandia e la cosa ha influenzato parecchio il background del canadese.

Varga e Valtellini presentano numerose skills che li rendono due atleti estremamente adattabili permettendo loro di affrontare una molteplicità di avversari, è probabile che ciò derivi dal loro passato marziale. Questi due atleti, come tantissimi di noi, hanno alle spalle una carriera in altri SDC o arti marziali, qual si voglia chiamarli. Varga ha un passato nel karate shotokan mentre Valtellini nel taekwondo; permettetemi di dirlo: si vede! Bazooka Joe ha dei calci pulitissimi, potenti ed efficaci. In più ha un’intelligenza da ring notevole, qualità che gli ha permesso di salire ai vertici mondiali nonostante l’esiguo numero di incontri.

C’è anche il giovanissimo Josh Jauncey, la sua formazione però è di base olandese. Il ragazzo nato in Inghilterra è stato da subito allenato dal padre per poi poter essere seguito da Andy Souwer.
Viaggia costantemente per potersi allenare alla Meijiro gym di Amsterdam, scuola che ha tirato fuori personaggi del calibro di Kaman, Souwer e Bonjaski!

Personalmente non mi sento, ancora, di poter identificare uno stile canadese, anche se ritengo estremamente interessante l’evoluzione di personaggi come Varga e Valtellini. Loro incarnano tantissimi praticanti che han iniziato il lungo viaggio in questo mondo nelle arti marziali per poi approdare nel ring.
Il loro passato, il loro bagaglio culturale è un valore aggiunto.
La cosa buffa è che in Canada il professionismo nella kick e nella thai è illegale.*

A noi non resta che attendere l’evoluzione dei giochi.
Stiamo attenti

 

 

*Non sono sicuro che sia illegale in tutti gli stati canadesi, di sicuro lo è in BC dove risiede Jauncey. Lui combatte quindi gli escamotage ci sono…