Changpuek Kiatsongrit ed i low kick che cambiarono la storia

Changpuek Kiatsongrit, se non l’avete mai sentito nominare sappiate che questo pugile ha segnato la storia dello striking per come lo conosciamo oggi.

Il tailandese è stato uno dei primi a combattere in occidente. Ha il merito di aver mostrato al mondo la potenza della muay thai nella schermistica da ring.
Non ha mai temuto avversari molto più pesanti e forti di lui, ha affrontato atleti del calibro di Ernesto Hoost!

Changpuek Kiatsongrit

Nato nel ’66 nel provincia del Buriram ha iniziato ad allenarsi nella muay thai con i suoi fratelli e l’aiuto del padre. A 14 anni ha esordito col suo primo match mentre a 18 anni ha lasciato casa per allenarsi a Bangkok.
Ha combattuto nello Rajadamnern ma una volta maturato completamente ha avuto sempre più difficoltà a trovare avversari a causa del suo peso , 70kg e oltre, stazza non comune tra i pugili thai.

Changpuek ha iniziato così la sua carriera internazionale viaggiando in occidente e affrontando le super star del momento. Ha combattuto contro atleti come Roufus, Kaman e Andy Hug!
Contro questi ha subito anche importanti sconfitte, parliamo di un pugile spesso e volentieri di taglia inferiore ai concorrenti. Se vogliamo è stato uno non troppo amante del fair play, nel match con Roufus gli diede un pestone nel costato dopo averlo atterrato, in quello con Hug abbondò di pugni in bocca (combattevano sotto regolamento kyokushin, in cui non sono ammessi i pugli al volto)…

Le sue sconfitte nascevano da sfide molto importanti, di certo non ricalcava l’ideale di atleta imbattibile e neppure un campione di etica.
Tutto ciò però lo rende ai miei occhi un baule di umanità, un guerriero vero: Spirito impavido e ricerca ossessiva della vittoria. Penso che sentisse molto l’onere della bandiera, il dovere assoluto di sconfiggere gli avversari con poca pietà e rendere onore al suo Paese.

Il contributo allo striking attuale

Conosciamo Ramon Dekkers come un pionere, come colui che ha relazionato il combattimento occidentale e quello del sud-est asiatico. Quello che spesso dimentichiamo è la sua importante influenza nel mondo thai.
L’olandese aprì la strada a tanti fighter occidentali che portarono un livello elevatissimo di scherma pugilistica, questo costrinse i vari camp ad adattarsi ad una nuova frontiera del combattimento (per approfondire leggi questo post).

Chanhpuek ha avuto il medesimo ruolo nel mondo occidentale. L’incontro con Rick Roufus ha insegnato al mondo intero l’importanza dei low kick e delle tecniche di gamba di potenza, al periodo le gambe venivano usate per i push kick e per le tecniche più acrobatiche.
I fratelli Roufus dopo questa esperienza partirono in Thailandia per lo studio delle tecniche di calcio, specialmente il low kick. L’esperienza li arricchì notevolmente cambiando drasticamente il loro stile di combattimento e la kick boxing per come la conosciamo oggi: il K-1 nacque cinque anni dopo il match.

Di seguito alcuni tra i match più importanti di Changpuek.

Changpuek VS Roufus

Changpuek VS Hug

Changpuek VS Kaman